Italiaterapia

Siamo di nuovo online!

Non c’è niente da fare: non praticare ciò che ci piace porta a profondi stati di malinconia. Così è stato per me, che ho dovuto tralasciare la mia amata Italiaterapia a favore di un lavoro che ha risucchiato le mie energie, lasciandone poche alla mia vera passione: la scrittura pura e disinteressata.

Siamo in tanti – è vero – a dire che ci piace scrivere, e forse tutti, sotto sotto, ci sentiamo un po’ speciali, portatori di una vocazione che non può fare altro che esplodere ed essere applaudita da un pubblico numeroso. Ma io e tanti miei “colleghi” viviamo il battere rumorosamente sulla tastiera come una vera e propria terapia (potevo chiamare altrimenti il mio blog?).

Ebbene, che ci crediate o no, che si tratti di una moda o di uno strumento d’élite, la scrittura, per me, fa rima con cura.

Italia_Terapia_Parco-degli-Acquedotti

Parco degli Acquedotti – Roma

Perché proprio Italiaterapia? Perché amo parlare di viaggi – anzi: di viaggio: ogni storia che racconto – così come ogni situazione di vita vissuta – è per me un piccolo percorso dell’eroe, anche se protagonista può essere un acquedotto e non una persona.

Ma non fatevi ingannare dal nome: Italiaterapia, benché nata per trasmettere quanto di prezioso conservano ancora il nostro paese e il retroterra culturale che ci distingue, ha deciso di uscire dai suoi confini. Del resto, è lo scopo di ogni viaggiatore che si rispetti. Non stupitevi, dunque, se a breve vedrete la mia bambolina in Estonia o negli Stati Uniti.

Italia-Terapia-Passignano-sul-Trasimeno

Passignano sul Trasimeno

Italia-Terapia-Caldara-Manziana

La Caldara di Manziana

A una cosa rinuncio volentieri, però: l’egocentrismo. Scrivere, così come recitare, cantare o ballare, porta a mettersi in mostra, con tutti i pericoli che questo comporta. Niente ipocrisie: apparire, a un blogger, piace molto. L’importante è non farne il proprio scopo.

Preferisco nascondermi tra un filo d’erba e un monumento, in cima a una statua o sulla cresta di un’onda: sarà lì che mi troverete. Chiunque voglia conoscermi meglio legga tra le righe e non le parole autobiografiche. I luoghi saranno il mio personale palcoscenico

Italia-Terapia-California-hollywood

Hollywood

 

……..

 

About The Author

Related Posts

4 Responses

  1. Luca

    Il concetto di viaggio come terapia mi affascina molto e anche quello di essere blogger in modo diverso, ne parlavamo già al TTG a Rimini. Buon ri-inizio!

    Reply
  2. Coppiavventura

    Ciao Roberta! Ti ho appena scoperta e niente, l’idea del tuo blog è davvero originale e il modo in cui scrivi fantastico. Oggi ci sentiamo stanchi, troppo lavoro e un cielo grigio in uk, andiamo subito a vedere che luoghi ci appartengono! Un saluto virtuale da noi di Coppiavventura

    Reply
    • Roberta Isceri

      Ma ti ringrazio! Ho visto anche io il tuo blog e ti ho già likkato su Facebook 😉 Mi fa piacere seguirti. Un grande abbraccio

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.