Loading

10 libri da leggere in viaggio

Dove vorreste viaggiare?

Il vostro viaggio vi porterà in famose località di bellezze nazionali ed estere.

10 libri da leggere in viaggio

Come ammazzare il tempo durante un lungo viaggio? Questo post prende spunto dalla domanda di una blogger (ciao Valeria!).

Rispondo così: non ammazzo il tempo, perché il tempo è tutto ciò che ho. La bellezza di un on the road consiste proprio nei paesaggi, anche quando questi si fanno noiosi. Nella possibilità di parlare, osservare, porsi domande.

Però ricordo che da piccola, quando soffermarsi su un dettaglio non era certo la mia priorità, leggevo ore e ore, mentre mio padre mi gridava di guardare fuori dal finestrino. Io non ci pensavo proprio, presa com’ero dalle vite strazianti di Madame Bovay o dello zio Tom.

Il camper traballava superando dogane e io vivevo due avventure: quella del viaggio e quella che leggevo.

Detto ciò, vi suggerisco qualche libro a prescindere dal suo peso. Perché è sempre meglio lasciare un po’ di spazio in più in valigia.

La Mia Australia – Sally Morgan

La Mia Australia Sally Morgan

La Mia Australia è un romanzo autobiografico: Sally Morgan ci parla della sua infanzia spensierata e della graduale e traumatica presa di consapevolezza di non essere come gli altri. Le sue origini, infatti, erano (sono) aborigene e lei ha cominciato ad accorgersene quando le allusioni sul colore della pelle si facevano via via più palesi, dalla scuola in poi.

Una volta cresciuta, ha deciso di farsi raccontare la storia della sua famiglia da una madre e una nonna estremamente reticenti. Cancellare le proprie radici, infatti, è quello che ha fatto gran parte degli aborigeni, per potersi integrare all’interno di un paese che era il loro.

Una storia triste, che eppure procede con leggerezza e appassiona sin da subito.

Australian Cargo – Alex Roggero

Australian Cargo Alex Roggero

A proposito di Australia, viaggi e storie vere: Alex Roggero decide di tornare in Italia a bordo di un mercantile.

I mercantili mi hanno sempre affascinata: penso che si tratti di uno dei pochi modi di viaggiare davvero autentici. Non sei su una crociera ma su una nave che trasporta merci, circondato da persone che vivono sull’acqua per almeno sei mesi l’anno.

Roggero impara quindi l’arte della navigazione e dell’esplorazione, talvolta poco aulica, dei paesi (vedi il capitolo su Singapore).

Mi ha appassionata dal primo all’ultimo rigo.

Shantaram – Gregory David Roberts

Shantaram copertina

India e autobiografia: Gregory David Roberts è un ex galeotto evaso dal carcere australiano. A Bombay (oggi Mumbai) troverà la pace, tra baraccopoli, fame e delinquenza. Un vero viaggio iniziatico in una città-mondo, dove o impari a vivere o muori.

Il libro non è esattamente un tascabile ma, come ho detto prima, lasciate spazio nel vostro trolley. Piuttosto rinunciate all’ennesimo paio di scarpe, che tanto non userete.

Un’Idea di Destino – Tiziano Terzani

Un'Idea di Destino copertina

Tiziano Terzani è un filosofo, più che un giornalista. I suoi lunghi viaggi e le sue permanenze in Asia hanno fatto di lui l’uomo tanto amato dai lettori di tutto il mondo.

È Terzani ad avermi insegnato il vero valore di un viaggio: nessun cuoricino né considerazioni banali o condivisioni sui social. I luoghi, per lui, erano maestri di vita. E, di riflesso, lo sono diventanti per me.

Si tratta di diari in cui sono raccolte le sue riflessioni sull’Asia, sul suo ruolo di padre, sul rapporto con la moglie, sulle persone incontrate durante la sua prolifica vita.

Vita di Pi – Yann Martel

Copertina Vita di Pi

Un altro viaggio iniziatico, dall’infanzia all’età adulta.

Piscine è un ragazzino indiano che si imbarca con tutta la famiglia e gli animali dello zoo che il padre dirige alla volta del Canada. Peccato che la nave affondi durante una tempesta e lui si trovi, su una scialuppa di salvataggio, insieme a una zebra, una iena, un orango e una tigre. Dei primi tre non rimarranno altro che ossa, divorati dalla tigre del Bengala.

A questo punto, si tratta di ammaestrare l’imponente felino in mezzo all’Oceano Iindiano. Fantastico.

L’Imprevedibile Viaggio di Harold Fry – Rachel Joyce

L'Imprevedibile Viaggio di Harold Fry copertina

Questo libro mi è stato regalato. Chi mi conosce ha capito cosa voglio a Natale e al compleanno 😀

E insomma, Harold, vecchietto inglese, esce di casa per spedire una lettera a un’amica malata che vive ai confini con la Scozia. Preso da un impulso che noi viaggiatori conosciamo bene, da quel piccolo scopo ne nasce uno più grande: raggiungerla a piedi.

Cammina e cammina, si ferma ogni tanto in una cabina telefonica per avvertire l’ignara moglie del luogo in cui si trova. E cosa significa camminare tanto con l’unica compagnia delle proprie scarpe? Fare un viaggio in Inghilterra, sì. Ma soprattutto dentro se stessi. Godibilissimo.

La Profezia della Curandera – Hernan Huarache Mamani

La profezia della curandera copertina

C’è stato un periodo in cui amavo le storie dominate dalle donne in cerca di se stesse. C’è stato un periodo in cui queste storie dovevano avere qualcosa di magico, di potente, qualcosa in cui farmi sperare. Ne La Profezia della Curandera ho trovato tutto ciò.

Romanzo indubbiamente new age, ha in sé un pregio: svelare al lettore qualcosa delle tradizioni andine, della scienza della Pachamama e dei curanderos. A posteriori, si è rivelato quanto mai utile per farmi sognare una delle mie prossime mete: il Perù.

La Sposa Liberata – Abraham Yehoshua

La Sposa Liberata copertina

Un viaggio in Israele, per capire meglio questo paese così amato e odiato.

È la storia di Yohanan, insegnante di storia mediorientale all’università di Haifa, e del suo pallino: capire perché il figlio Ofer è stato ripudiato dalla moglie.

Dopo cinque anni di dubbi amletici, Yohanan si decide a riprendere il rapporto con la ex nuora e i suoi familiari, naturalmente all’insaputa di moglie e figlio. Le sue indagini fanno luce sulla storia e le tradizioni di questo paese.

Metafisica dei Tubi – Amélie Nothomb

Metafisica dei Tubi copertina

Un libricino eccezionale, per non dire geniale. La Nothomb ci parla della sua infanzia in Giappone, dovuta al lavoro del padre, diplomatico belga.

Una sorta di monologo metafisico che sembra partire dalle classiche domande: “Chi sono? Da dove vengo? Dove vado?”. Pagine che fanno riflettere e sorridere, specialmente quando la scrittrice ci parla del suo orrore per le carpe.

Sulla Strada Giusta – Francesco Grandis

Sulla Strada Giusta copertina

Non compro mai bestseller. Per principio. Eppure questo mi ha ispirato da subito.

È vero, parla del “partire-e-mollare-tutto”, ma la mia curiosità ha vinto: un ingegnere che lascia il posto fisso per fare il giro del mondo alla ricerca della felicità può essere la storia più banale come la più ricca.

Ai posteri l’ardua sentenza: giace sul mio comodino, in attesa di essere spolpato.

E voi? Che must di viaggio avete? Fatemelo sapere in un commento.

roberta

14 Comments

  • Selene

    Bellissima lista! Ora ho voglia di leggerli tutti! Mi attira tantissimo “L’imprevedibile viaggio di Harold Fry”.

    7 agosto 2017 at 9:45
    • Roberta Isceri

      Grazie mille Selene! Sì, leggilo: è un libro leggero e ti fa sognare l’Inghilterra ❤️

      7 agosto 2017 at 12:25
  • Pacoinviaggio

    Ti rubo qualche idea… grazie

    7 agosto 2017 at 16:24
  • Bruna Athena

    Ho letto solo Vita di P :O

    8 agosto 2017 at 16:21
  • Rosaria

    Ma che telepatia!! Ihihihih
    Non ho letto nessuno dei libri che hai suggerito…ho solo letto qualcosa di Terzani, ma non mi ha colpito eccessivamente; e mi ha fatto perdere anche tutta la fiducia sui libri che raccontano esperienze di viaggio! 🙁
    Un paio di titoli, però, che hai inserito in lista mi ispirano parecchio, tipo L’imprevedibile viaggio di Harold Fry e Sulla strada giusta…credo che quando avrò smaltito il mio “shopping”, comprerò uno dei due!
    Un bacio! :*

    8 agosto 2017 at 17:32
  • cris

    Shantaram. Letto anni fa ma ancora mi viene da piangere se penso al sorriso distrutto di Pra baker e da ridere se penso all’abbraccio dell’orso. Super capolavoro. Ho comprato ma non ancora letto il seguito (l’ombra della montagna).

    Sull’India, stupendo anche Q&A di Vikas Swarup, che con il film Slumdog Millionaire ha ben poco in comune. (Il film non l ho visto ma ho letto trama su wikipedia e con il libro ha veramente poco a che fare, scene inventate, altre tagliate… ma libro è wow!!!)

    10 agosto 2017 at 16:04
    • Roberta Isceri

      Come per i viaggi, non basta una vita per leggere tutto ciò che ho intenzione di leggere! Aiuto :/ Non smetterei mai

      12 agosto 2017 at 18:42
  • Silvia

    Anch’io ho comprato da poco La Strada Giusta, quando torno a casa lo leggo!! Bellissima questa lista, alcuni libri non li conoscevo affatto, urge un po’ di sano shopping, a partire da La Mia Australia. Mi hai dato spunti interessantissimi per almeno un paio di mesi, grazie cara 😘

    10 agosto 2017 at 23:45
    • Roberta Isceri

      Grazie Silvia! Se ne leggi qualcuno, sono curiosissima di conoscere la tua opinione! :*

      12 agosto 2017 at 18:40
  • Milena

    Una lista che non fa bene alle mie risorse finanziarie 🙂 Aggiungo due titoli che mi hanno colpito recentemente “Polvere rossa” di Ma Jian e “Inseguendo le ombre dei colibrì” di Paolo Zambon.

    12 agosto 2017 at 4:19
    • Roberta Isceri

      Ciao Milena, adesso sono i tuoi consigli che non fanno bene alle risorse finanziare di qualcuno 😀 Purtroppo credo che i soldi spesi per i libri e i viaggi siano i soldi spesi meglio…

      12 agosto 2017 at 18:40

LEAVE A COMMENT