Condividi questo articolo

La versione di Sa

Oggi quel che dovevi fare era placarti. Ora sospiri, forse tu, o forse il vento, o forse quel gabbiano lassù che spalanca le ali quasi per imitare il profilo dei lampioni. Il lungo molo del porto canale di Fiumicino, a pochi chilometri da Roma, in inverno ti accoglie così, gelido, grigio e ricco di scorci a qualunque altezza si diriga il tuo sguardo. Per un po’ tu, finalmente, libero da ogni affanno!

 

La tua passeggiata si prolunga verso il mare. Il più vezzoso, il più artificioso tra tutti i lampioni, il faro (rosso) ti indica che oltre non puoi proprio andare…

 

Nessun peschereccio al largo, né di ritorno. Oggi è festivo e le imbarcazioni sono per lo più tutte ferme al porto. Per compagni oggi, i pescatori sugli scogli, gli aerei in lontananza, le onde leggere del mare.

Un ciclista ignaro si perde in giochi di prospettive e sovrapposizioni.

 

 

Una panchina ti accoglie. Sta scendendo la sera.

 

+Sa

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Italia Terapia