Blogger Recognition Award: c’è anche Italiaterapia!

Blogger Recognition Award: c’è anche Italiaterapia!

Condividi questo articolo

Chi ha paura del Blogger Recognition Award?

ragazza nel deserto del Qatar - Blogger Recognition Award

Non ci credi di essere stata nominata un’altra volta. Non ci credi perché è un periodo di bassa autostima (lo so, fa poco figo ammetterlo), perché si parla tanto di blog con i numeri e di blog senza e perché i tuoi rapporti con gli altri blogger, al momento, sono un po’ liofilizzati.

Eppure c’è qualcuno che, nel sottobosco dei social e del web in generale, ti apprezza, ti nota. Perché Italiaterapia non è solo l’invenzione di un momento ma il frutto di riflessioni, emozioni e, soprattutto, impegno. Fondamentalmente, è come un figlio fatto di parole e immagini, da pulire, nutrire, educare.

Tutto questo per dirvi che il mio blog è stato nominato per il Blogger Recognition Award non una ma due volte! Il BRA, in pratica, è un riconoscimento tra blogger, che serve a promuovere e incoraggiare chi suda sui tasti per far leggere a qualcuno le proprie avventure.

Le regole sono precise:ringraziare il/la blogger che ti ha nominata e inserire il suo blog; scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento; raccontare la nascita del proprio blog; dare consigli ai nuovi blogger; nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il segno di riconoscimento; commentare sul blog di chi vi ha nominato e fornirgli il link al tuo articolo (anche sulla pagina FB).

Blogger Recognition Award: ringraziamenti

È con orgoglio che ringrazio non una ma due blogger. Italiaterapia è stata infatti scelta da Raffaella Martini e Sara Meraldi, rispettivamente blogger di Ingegnere Errante e Occhi da Viaggio. Grazie Raffaella, grazie Sara per aver creduto in me! Spero che continuerete a farlo e sappiate che ricambio tutto il vostro apprezzamento.

Perché quando tra blogger c’è collaborazione e non competizione, il “gioco” si fa più stimolante.

Come ho cominciato

Ho aperto Italiaterapia nel 2013 per divertimento, per esprimermi e per valorizzare la nostra bistrattata Italia. Ho un po’ cambiato idea negli anni: non ho più questa voglia di difenderla ma, come vi dicevo, è periodo di pensieri e ripensamenti, per cui saprete in futuro la svolta che prenderà tutto ciò.

Peraltro non ho mai badato ai numeri: ho sempre scritto per passione, senza un piano editoriale e con una frequenza discutibile. Ma vedrete, miei cari. Vedrete…

Consigli per i blogger

Ora mi tocca fare la mamma: se volete fare del blog un lavoro, dedicatevici anima e core. Non è possibile raccogliere risultati (leggi soldi, leggi inviti) andando a casaccio. Il blog è una cosa seria e, come tutti i lavori, richiede un grande impegno.

Io, però, vi suggerirei di iniziare infilando tra le righe le vostre emozioni, possibilmente in italiano corretto. E poi si vedrà 😉

Blogger Recognition Award: le mie nomination

Questo è un momento che temo, perché scegliendo alcuni non ne scelgo altri, che stimo ugualmente. Ad ogni modo, a caldo:

Ovviamente, seguo tanti altri blogger ma ho cercato di nominare quelli che ho scoperto più di recente e a cui ho voglia di dire: “Continuate così”.

Che dite, vale la pena seguirli? 😉

16 comments found

  1. Cavolo, mi hai fatta piangere… Santa pupazza: grazie Roberta! Ma grazie di cuore! Non pensavo assolutamente che qualcuno pensasse a me (scusa il gioco di parole), eppure è successo due volte e, ti giuro, mi avete fatto spuntare un sorriso felice sulle labbra 🙂
    Termino un post che ho “sul cuore e sulle dita” da un pò, poi mi dedico a questo tag così bello. Perché permette di collaborare tra noi, di riconoscerci dei meriti… e di darci una bella botta di autostima, diciamolo 😉
    Ti abbraccio forte!
    PS: il discorso sui numeri, un giorno, spero lo potremo fare davanti ad un phad thai della tua mamma, accompagnato da tanto alcol per indorare la pillola…
    Claudia B.

  2. Grazie Roby? Sei sempre stata il mio punto di riferimento ed è stato un piacere essere nominata da te. Vuol dire che sto andando nella direzione giusta? Grazie e spero di vederti presto!

  3. Che dire Roby? Un grazie davvero di cuore, sai quanto amo leggere ciò che scrivi e il tuo stile e quanto spesso mi trovo in sintonia con le tue riflessioni. E anche in questo articolo, con il tuo solito tratto brillante, hai lasciato “scivolare” alcune frasi per le quali ti sto virtualmente applaudendo (“possibilmente in italiano corretto” è la mia preferita!)
    Mi raccomando però, autostima a mille! Perché quello che scrivi arriva dritto come un treno a chi legge e le tue emozioni bucano il monitor.
    Un bacione!

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.