Bucket List 2019: I viaggi che spero di fare nei prossimi mesi

Bucket List 2019: I viaggi che spero di fare nei prossimi mesi

Condividi questo articolo

Dicembre. Mese di bilanci e di bucket list da lanciare nell’etere, riponendo nell’anno a venire una fiducia il più delle volte irrazionale.

Non quando si tratta di viaggi, però. Un viaggio è un obiettivo misurabile e, salvo complicazioni, perseguibile (magari fosse così per tante altre cose della vita…).

Ecco perché ho deciso di rispondere alla domanda che Momondo ha fatto ai suoi ambassadors (tra cui la sottoscritta): quale destinazioni sogno di visitare nel 2019?

Di seguito, la mia personalissima lista, frutto di una costante comunicazione tra mente e cuore.

Bucket List 2019: Sri Lanka

Bucket List 2019: i pescatori sui pali - Steve McCurry
I pescatori sui pali – Steve McCurry

L’altra metà del blog era in Sri Lanka, due anni fa. Ogni tanto mi chiamava seduto al tavolino di un hotel, mentre osservava le onde e una spiaggia punteggiata da surfisti. Poi mi disse: “Ci veniamo  insieme” e da allora mi sono legata al dito la sua promessa.

Uno dei motivi per cui mi piacerebbe visitare lo Sri Lanka è che non sono mai stata in Asia (non posso considerare Asia il Qatar. Non nel senso classico, almeno).

Ho sentito parlare dello Sri Lanka come di un paese pacifico. Ed è proprio di pace che ho bisogno in questa fase della mia vita. Non che abbia la pretesa di trovarla fuori di me ma un luogo lontano dalla frenesia occidentale può regalarmi una prospettiva diversa.

Non mi auguro solo di starmene sdraiata su una spiaggia isolata ma anche-  e soprattutto – di entrare in contatto con una cultura radicalmente diversa dalla mia. Del resto, viaggiare mi serve ad arricchirmi. Non ho mai inseguito il semplice relax né il puro e semplice divertimento.

Infine, come dimenticare la famosa fotografia “I pescatori sui pali”, di Steve McCurry? Prima ancora che divenisse una meta ambita, lo Sri Lanka si è insinuato nei miei pensieri grazie a questa immagine, che lo rappresenta come uno di quei paesi da Mille e una Notte, che chissà se prima o poi si vedranno davvero…

Bucket List 2019: Marocco

Deserto al tramonto
Il deserto marocchino…

Non ho mai pensato al Marocco come a una meta interessante. Troppo vicino alla Sicilia (da cui provengo per metà) e polveroso, pericoloso, povero. Almeno nei miei pregiudizi.

Qualche tempo fa, un amico si è trasferito a Casablanca e ho cominciato a immaginare un fine settimana nella città marocchina. Poi ho visto le foto del deserto, ho desiderato le notti stellate e una cultura che, in fin dei conti, mi assomiglia molto.

Ecco, nel 2019 vorrei realizzare il Marocco. Non necessariamente quello dei luoghi patinati (Chefchaouen, per esempio – la famosa città blu): sogno un Marocco selvaggio, poco raggiungibile da chi vuole fare foto all’ultimo grido e – perché no?- invernale.

Bucket List 2019: New York

Ponte di Brooklyn al tramonto
Il ponte di Brooklyn

New York sarebbe un ritorno. Ero lì, 21 anni fa, ma in un periodo pieno di emozioni spiacevoli, che non hanno fatto altro che gravare sul mio viaggio.

Sogno di andare a New York sotto Natale, per realizzare un mio desiderio infantile.

Sono cresciuta a pane e cinema: non c’è film che non rappresenti il Rockefeller Center illuminato a festa, immagine di felicità. Una felicità ancora da incontrare, tutta proiettata in una pellicola in cui le magie avvengono (e avvengono tutte a dicembre. Rigorosamente a New York).

Come non dare seguito a un’idea di viaggio che parte dalla più profonda irrazionalità? Spero che il 2019 ne veda la realizzazione.

Bucket List 2019: Argentina

Buenos Aires vista dall'alto
Buenos Aires

È una vita che spero di andare in Argentina. Da quando ho cominciato a sentire il bisogno di immettere passione nella mia vita.

Se ogni viaggio realizza un desiderio, il paese sudamericano, allora, significherebbe la giusta risposta alla mia necessità radicata di calore, di un tango in mezzo alla strada, di un’italianità antica mescolata alle culture indie.

Non so se riuscirò a fare un terzo viaggio intercontinentale l’anno che verrà. Proverò a giocarmelo con un bel testa o croce con lo Sri Lanka.

So che l’Argentina mi aspetta ma devo ancora capire in che veste andare dall’altra parte del mondo.

Bucket List 2019: Venezia

La laguna di Venezia al crepuscolo
Venezia

Il 2019 mi vedrà assolutamente a Venezia. Per l’ennesima volta.

Perché è la mia città preferita al mondo, quella che assomiglia di più alla mia anima.

Bucket List 2019: Norvegia

Aurora boreale in Norvegia
L’aurora boreale

Vi ho già detto che amo i posti silenziosi, coperti di neve, desertici? La Norvegia è tutto questo.

Voglio perdermi mentre osservo orizzonti lontani e il mare grigio e inospitale del nord. Voglio zigzagare tra un fiordo e l’altro, con la pelle che brucia per il freddo. Voglio essere circondata dalla purezza di una natura non aggredita dall’uomo.

Bucket List 2019: Val d’Aosta

Castello illuminato di notte in Val d'Aosta
La Val d’Aosta

Chissà perché, ho sempre optato per l’Alto Adige. Per questo, mi sono persa un’intera regione italiana. Sono stata ad Aosta quando ero troppo piccola per ricordarmela.

La Val d’Aosta, però, è il primo desiderio che realizzerò nel 2019: a gennaio mi aspetta!

Bucket List 2019: Irlanda

Pecora su una strada irlandese
Irlanda

Non sono mai stata in Irlanda. Credo sia giunta l’ora.

Devo andarci. Assolutamente. Non solo sulla scia di un romanzo che ho adorato (Le Ceneri di Angela, di Frank McCourt) ma per sperimentare quella voglia di solitudine e fiabe nordiche e mare arrabbiato e coste frastagliate che mi rappresentano nel profondo.

Bucket List 2019: Procida

Procida vista dall'alto
Procida

Mi piacerebbe passare qualche giorno di sole e di mare in un’isola non troppo battuta dal turismo. Procida sarebbe una meta perfetta per me.

Non mi resta che aspettare giugno.

Io mi fermo qui. E sapete perché? Perché sto leggendo il mio post sui 100 viaggi da fare almeno una volta nella vita e mi rendo conto di quanto sia ancora lontana dallo spuntarli tutti. Sono troppi i paesi che voglio visitare e l’unica cosa che mi consola è sapere che da qualche parte bisognerà pur cominciare.

Per tornare a Momondo, che ringrazio per aver ispirato questa mia riflessione di metà dicembre: se volete iniziare da un punto, andate nel motore di ricerca danese e scoprite le mete più economiche.

Una riflessione finale: le priorità cambiano, con il passare del tempo. Se un viaggio mi ispirava moltissimo due anni fa non è detto che oggi mi invogli allo stesso modo. Ecco perché non amo fare troppi programmi ma scegliere di pancia. Ogni viaggio è una terapia e non posso sapere con troppo anticipo quale luogo farà al caso mio.

L’importante è partire, partendo dal presupposto che è l’ascolto di noi stessi e della vita che ci circonda a essere il vero viaggio. Non c’è luogo in cui si possa fuggire dai propri problemi, se non il luogo in cui risiede l’anima.

Voi riuscite a percepire la vostra? In che momenti? Raccontatemelo in un commento!

16 comments found

  1. Mi piacerebbe tantissimo tornare in Irlanda, manco da un pò e ne ho una voglia pazzesca!
    E poi NY, sicuramente la Norvegia ed aggiungerei Finlandia, Canada e Australia! Chiedo troppo??? Mi sa tanto di si, ma perchè non sognare un pò!

  2. Quanto mi piace la prima meta della tua lista! Ci sono stata qualche anno fa quando nessuno quasi la calcolava. Lo Sri Lanka è un paese meraviglioso che mi ha davvero toccato sotto molti punti di vista! Per il resto che dire, io cerco sempre di seguire me stessa nella scelta di un viaggio. Come te credo che un viaggio sia terapeutico e che il desiderio di esplorazione possa variare da periodo a periodo. Ciò che resta è l’inguaribile voglia, con i tempi e i modi giusti, di esplorarlo tutto il mondo prima o poi! 😉

  3. Mi porti con te… ovunque? Non c’è una meta di quelle che hai citato in cui non andrei/tornerei. Sono sicura che adorerai l’Irlanda, prati sterminati, pace, silenzio e nuvole che corrono veloci.

  4. Abbiamo gusti simili Roberta, sai? Sogno anche io il Marocco, una notte in tenda nel deserto, sogno quel cielo stellato impossibile da vedere nelle citta’, il caos di Marrakech e si, anche Chefchaouen! Mi stuzzica l’Argentina, il tango e quel gran bel pezzo di terra che e’ la Patagonia.
    Amo la Norvegia smodatamente, se avessi tanti soldi ci andrei almeno una volta l’anno! I fiordi, alcune citta’, le isole Lofoten, le montagne innevate a picco sul mare e le Northern Lights…la Norvegia e’ un sogno!
    La Val D’Aosta mi manca, cosi’ come anche il Trentino: ci sono andata da piccola a sciare ma ovviamente non ricordo nulla, vorrei tanto tornarci d’estate!
    E capisco la tua voglia di visitare Procida, e’ un gioiellino fatto di colori e tranquillita’!

  5. Che bella lista Roberta! In questi giorni stilo anche io la mia 🙂 Anche io sogno lo Sri Lanka, così come mi piacerebbe molto tornare a New York, casomai in autunno per ammirare il foliage!
    Nella mia bucket list da tempo c’è l’Islanda, un’isola che mi auguro di visitare presto! Così come mi attira molto anche la Giordania, purtroppo meta non sempre facile!
    ps: mi piace moltissimo il tuo blog! Scrivi molto bene, complimenti!

  6. Una meta più bella dell’altra! Ma poi, dopotutto l’importante é viaggiare e scoprire e riscoprire luoghi, Paesi e persone! Ah, noi quest’estate andremo in Argentina, la nostra prima volta in sudamerica! Non vediamo l’ora 😊

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.