Condividi questo articolo

La versione di Sa

Mai visto fila così lunga e caparbia. Sono romani, cesenati, francesi, americani, asiatici, pure dalle terre dell’Islam. All’ombra delle mura che delimitano la Città del Vaticano, tutti in solerte attesa foss’anche da un’ora e mezza, per vedere i tesori dei Papi, patrimoni dell’umanità: i Musei Vaticani.
 
 

Poco più di un’ora e, alle dodici e trenta, l’ingresso sarà interdetto. È l’ultima domenica del mese e, come accade ogni domenica di fine mese, l’ingresso è gratuito. Occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire soprattutto oggi che a Roma c’è sole e la primavera è nel pieno del vigore. Ecco l’entusiasmo della folla, mentre condivide esperienze e amenità, scatta foto ricordo, telefona a chissà chi o approfitta per acquistare gadget. Con lo sguardo li segui desideroso forse di essere anche tu lì?
 
Poco più di mezzo chilometro di fila. Ma può forse questo spaventare? In Piazza Risorgimento c’è ancora qualcuno che si mette in coda.
 
 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata