Condividi questo articolo
La versione di Roby

Un balzo indietro, al tempo della tua infanzia, quando venivi in Salento per i parenti, non perché andasse di moda come oggi.
Cammini per Tricase (LE), entusiasta in mezzo alle luci colorate di San Vito, una delle tante feste popolari che caratterizzano da sempre il Sud Italia. 
È strano come ciò che in passato era sinonimo di attaccamento alle tradizioni locali, sia oggi oggetto di voyeurismo per turisti in cerca di radici, dopo tanto vagare in mezzo a vite virtuali e segnate dal progresso.
 
Tricase (LE)

Un altro richiamo all’infanzia: i fuochi d’artificio. Li adori! Peccato che in tanti se li perdano per andare dietro alle luci delle vetrine. Tu, invece, godi delle stelle, dei fiori e dei fili verdi, rossi e oro…
 
Fuochi d’artificio a Tricase (LE)
Ti fermi di fronte alla pubblicità vivente di una ditta di marmi. Due ragazze, seminude e screziate da colori che li richiamano, posano immobili.
 
Pubblicità di una ditta di marmi
Sobbalzi all’avvio del suono primordiale dei tamburelli, che danno il ritmo alla pizzica, ieri simbolo di vita contadina, oggi di un amore per tutto ciò che è vintage, possibilmente se rivisitato. Ammiri la ballerina che gira vorticosamente su se stessa.
 
Al ritmo della pizzica
Il bianco sporco dell’architettura barocca, la friabilità apparente dei materiali con cui imperiosamente si erige sui passanti, fa da cornice perfetta al pullulare frenetico della gente accorsa da ogni dove.
 
L’architettura, semplice e sorprendente
Ti dirigi a Marina di Novaglie, dove hai affittato una casa per questi pochi giorni di vacanza. Oggi, diversamente da ieri, le feste popolari ti danno gioia, ravvivando il tuo Dna primitivo.
 
Continua…
 
rob.isceri@gmail.com

+ Roby
 
 
 
 
 

4 Risposte

  1. Giulia | Little Miss Spaghetti

    STUPENDO! Io vado giu in Puglia e Salento questa estate per la prima volta ,non vedo l’ora!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Italia Terapia