Condividi questo articolo
La versione di Roby

Ischia è un’isola splendida, al di fuori delle rotte di massa.
Lo capisci appena scendi dal traghetto: la natura e le case appaiono di un disordine ordinato, una caratteristica che poco si addice alle mete da jet set.
Le abitazioni color pastello, quasi sempre puntellate da Madonnine all’interno di apposite nicchie, sono ricoperte da una vegetazione folta, quasi tropicale.
Dopo una lunga serie di tornanti, di salite e discese, arrivi al tuo magnifico alloggio: Punta Chiarito Resort, comune di Forio. E da qui osservi l’infinito.
 

Non sono forse infiniti il mare e il cielo? Non è infinito un luogo che odora di mito? Ischia fu terra di ninfe, semidei, satiri e Sibille…
Come potrebbe essere altrimenti? Basta guardare l’acqua color smeraldo e le prominenze rocciose che sembrano dire: “Hai capito dove ti trovi?”.
 
Decine di scalini in discesa e sei nella spiaggia privata dell’hotel. Profumi selvatici tutt’intorno. Sei fiera del tuo Dna mediterraneo.
 
 
Al tramonto
 
Amante del cinema che non sei altro… anche qui trovi un pezzetto della settima arte: La Colombaia, residenza estiva di Luchino Visconti.
Bellissima struttura bianca e azzurra, a picco sul mare. Al suo interno, una mostra fotografica dedicata alla vita del grande autore.
 
Una fotografia tratta dal film “Morte a Venezia”, di Luchino Visconti
Circondata da un parco di lecci che ospita le ceneri del regista, la villa si trova anch’essa a Forio. Il bosco ti attira, come sempre, ma è quasi buio e devi trattenere la voglia di addentrarti nel verde scuro degli alberi.
Ti fermi sulla terrazza, famosa per i suoi tramonti: da qui puoi vedere il sole immergersi completamente nell’acqua, mentre bevi l’aperitivo preparato dal gestore del caffè letterario.
 
L’indomani 
 
Hai perso il traghetto di ritorno. Tanto meglio… vorrà dire che passerai un giorno in più a Ischia. Ti sposti a Lacco Ameno che è già tardo pomeriggio. Una località splendida. 
 
L’estate sta finendo e le prove sono ovunque.
 
Tutto assume i colori lievi di qualcosa che è in dirittura d’arrivo. Pensi questo tra i tetti del bed & breakfast dove hai deciso di fermarti l’ultima notte. Il proprietario è fiorentino ma vive a Ischia da ventiquattro anni.
Vorresti chiedergli il perché ma capisci da sola che sarebbe una domanda superflua. Ischia potrebbe benissimo essere la terra d’approdo per coloro che fuggono dalla pesantezza del vivere.
Per chi ama riflettere…
rob.isceri@gmail.com
 
 
 
 
 
 
 
 








Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Italia Terapia