Condividi questo articolo
La versione di Roby

C’è l’entusiasmo di essere stata scelta come top blogger da una commissione severa come quella del TTG Italia; e c’è la calma per essere arrivata senza intoppi a Rimini, pronta a entrare a gamba tesa nella tre giorni che vede protagonisti i blogger di tutto il mondo.
L’albergo è a Cesenatico, che a ottobre tira le coperte un po’ più su, immersa nella tranquillità del fuori stagione. 
Posi le valige e corri in spiaggia, felice e meditativa, nella bella solitudine autunnale.
 

Da lontano scorgi un gruppo di persone sparpagliate, chine sull’acqua. Ciò che pensavi essere Tai Chi si rivela invece la raccolta delle vongole. Un’attività silenziosa e con dei tratti mistici, alla quale ti accosti quasi con occhio da antropologa.

 
Sei circondata da poche coppie e alcuni solitari che camminano padroni sulla spiaggia tutta loro. Finché non arrivi al monumento di Pantani, che si erge sulle foglie secche di un autunno timidamente in arrivo.
 
 
Ma ecco che è sera. 
Ritrovo alle 19 di fronte all’albergo, direzione Grand Hotel Da Vinci, per il cocktail di benvenuto.
Un’enorme sala, una piscina dalla quale zampillano lussureggianti fontane e persone da tutto il mondo, tra le quali spicca qualche curioso personaggio. 
 
Al termine, ti dirigi col gruppo al Museo della Marineria, dove ti attende un altro cocktail.
Non avevi mai pensato a Cesenatico in questi termini. Ti rendi conto di quanti luoghi comuni sia intrisa l’Italia, compresa la Riviera Romagnola, spesso accostata all’idea di un divertimento facile.
E invece… ti ritrovi di fronte al canale progettato da Leonardo Da Vinci, sul quale scorrono, placide, le barche. La sensazione è quella di un luogo in cui cultura, natura e organizzazione vanno a braccetto.
 
 
Di Rimini, invece, vedi poco: la fiera ti assorbe quasi dodici ore al giorno.
Venerdì metti piede, a malapena, nel bellissimo centro storico e festeggi alla Corte Agostiniana il tuo ultimo giorno da blogger in trasferta. 
Vino e allegria, misti a un po’ di malinconia, contrassegnano questa serata sulle note della Bossa Nova.
 
 
Ma è al mare che tutto si conclude, come un cerchio che si apre e si chiude.
È sabato mattina e sei in partenza per Roma. Torni sulla spiaggia del primo giorno e respiri a pieni polmoni la pace del mare di ottobre.
Il sole è sorto, una nuova giornata si apre e la mente si placa.
 
 
 
rob.isceri@gmail.com
 
 
 
 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Italia Terapia